Ansia sabotatrice

Chiara non sembra avere i sintomi dell’ansia da esame, mentre Luca ne è affetto. Chiara dimostra freddezza, disinteresse e una soddisfatta rassegnazione per l’esame fallito; Luca, invece, matura dentro di sé pesanti sensi di colpa che elabora non in modo del tutto efficace. Il fatto è che non sanno come gestire adeguatamente le loro emozioni, sia in positivo che in negativo: una specie di schizofrenia selettiva, emozionale e didattica che li trascina verso una più confortante commiserazione e apatia. Essere agitati prima dell’esame è normale, o almeno dovrebbe esserlo. Il termine stress ha assunto, ormai, una valenza esclusivamente negativa. In realtà lo stress è la risposta normale a un qualsiasi evento esterno che provochi uno stato di “disequilibrio” personale, inoltre ha anche la funzione di mobilitare risposte e comportamenti, ma anche elaborare strategie che producano un nuovo equilibrio, come nel caso dell’esame. Lo stress, in sintesi, è lo sforzo psicofisico di adattamento alle richieste/condizioni ambientali. Nel caso dell’esame, la richiesta dell’ambiente universitario, è quella di dimostrare di aver acquisito delle conoscenze/competenze, e ciò che può provocare stress e ansia, è il timore di non riuscire a superarlo.

Continue reading “Ansia sabotatrice”

Annunci

Lavoretto o paghetta?

Luca e Chiara sono studenti universitari, senza soldi e senza esperienze lavorative. Soltanto dopo l’ennesimo esame fallito i genitori fanno inversione di marcia e trovano loro un lavoretto nei week-end. Sono tempi difficili e duri in cui ci si deve accontentare del “nero” e del precariato. Ricorrere alla cosiddetta paghetta è diventato un sport nazionale. Io ritengo che, se da una parte svolga un’azione pseudo-educativa utile fino ad un’età che sia aggira ancora sopra la trentina, dall’altra sia abbastanza umiliante riceverla.

Continue reading “Lavoretto o paghetta?”

Gli omologati


Lavoro uguale esperienza
. Questo sembra essere un binomio indissolubile, un ostacolo insormontabile per quasi tutti i giovani alla prima esperienza lavorativa. Luca e Chiara, di certo, non sono afflitti da questo dilemma, difatti sono ancora studenti universitari sebbene si avvicinino alla trentina. A causa di un esame fallito, però, sono stati “costretti” dai genitori a darsi da fare, a lavorare per guadagnarsi, così, il privilegio di terminare gli studi.

Continue reading “Gli omologati”